In ambito preventivo

La prevenzione rappresenta la base dell’Osteopatia.

Un aspetto fondamentale, infatti, oltre al trattamento del problema in atto, è incentrato proprio sulla capacità di poter prevenire la comparsa di sintomi.

Perché mi dovrei rivolgere ad un Osteopata in assenza di dolore?

Il professionista rileva il prima possibile le cause delle disfunzioni che, se trascurate, svilupperanno successivamente disfunzioni, indebolimento dei sistemi di difesa naturali, squilibri posturali e dolore.

Il trattamento manipolativo osteopatico è in grado di ottimizzare il corretto funzionamento e adattamento del nostro organismo, aiutandolo a mantenere a lungo termine le migliori condizioni di salute.

Talvolta, alcuni problemi fisici (traumi pregressi, contratture, blocchi articolari recidivanti…), anche se poco evidenti, o a cui diamo poca rilevanza, possono portare nel tempo all’instaurarsi di disordini del sistema neuro-muscolo-scheletrico, sviluppando così recidive sempre più invalidanti.

Tutto ciò può determinare un peggioramento della qualità della vita e può limitare in maniera marcata lo svolgimento delle nostre attività.

Il trattamento osteopatico è in grado di ottimizzare il corretto funzionamento del nostro organismo, aiutandolo a mantenere a lungo termine le migliori condizioni di salute ed incrementando in maniera esponenziale la qualità della vita del soggetto.

Con trattamenti periodici è possibile ottimizzare le risorse del corpo in modo che esso funzioni meglio e con minori dispersioni.

Il lavoro di prevenzione consente, ove vi siano problematiche specifiche, di prevenire le ricadute e le recidive, di ridurre i disturbi legati alle disabilità, all’impotenza funzionale, all’invalidità e di ritardare l’invecchiamento.

Nell’ambito della prevenzione, viene posto un accento particolare sul periodo della gravidanza, in cui l’osteopatia può portare alcune risposte a problematiche di tipo funzionale come dolori articolari, dolori lombari e difficoltà col sistema digestivo/intestinale. Una valutazione osteopatica permette inoltre di verificare la mobilità del bacino e della colonna vertebrale della gestante al fine di favorire il buon svolgimento del parto.

Sempre in un contesto di prevenzione si raccomanda che anche i neonati vengano valutati osteopaticamente nelle settimane successive alla nascita. In questo modo si possono togliere eventuali traumatismi causati dal parto, che potrebbero influire sulla mobilità delle ossa craniche e causare disturbi funzionali al neonato. Iniziare un percorso osteopatico, mirato ad eliminare eventuali disturbi che possono insorgere in età neonatale (disturbi del sonno, irritabilità, ritardo psico-motorio…), significa ottenere un benessere maggiore per il nuovo nascituro.

Prenota la tua visita

In ambito preventivo

Potrebbe anche interessarti