La prima visita

Quando incontro i miei pazienti per la prima volta, sono in una prima fase a loro totale disposizione per ascoltare e raccogliere informazioni: dai dati anagrafici, al motivo per cui richiedono un trattamento, dallo stato di salute, alle eventuali terapie in corso. Tutte queste informazioni sono raccolte in una cartella personale.

Una volta ricevuto il consenso, procedo con un esame, visivo e palpatorio accurato e adeguato al malessere per cui è richiesto l'intervento: valuto ad esempio la colonna vertebrale, eventuali dismetrie e torsionicontratture muscolariappoggio plantare e più in generale funzionalità di articolazioni e tessuti.

Conclusa la parte di analisi e valutazione, spiego quanto ho riscontrato e propongo quindi un percorso con uno o più trattamenti osteopatici. In caso lo ritenga opportuno, consiglio eventualmente l’intervento di altre figure sanitarie per ulteriori approfondimenti o terapie.

Posso quindi iniziare il trattamento osteopatico vero e proprio con l’ascolto e la manipolazione delle diverse strutture corporee, attraverso tecniche cranio-sacrali, viscerali e strutturali.

Al termine del trattamento, illustro al paziente quanto ho riscontrato, quale potrebbe essere il percorso da fare insieme e quali i risultati che si possono ottenere nel tempo.

 

Prenota la tua prima visita